12.13.2009 

Bari 3 - Juventus 1


  • Si chiude in Puglia la settimana più lunga dei beneamati bianconeri, iniziata con la grande vittoria sull'Inter e proseguita con il ko con il Bayern.

  • Ferrara ripropone ancora la squadra con il rombo. Davanti a Buffon, difesa con Caceres, Legrottaglie, Cannavaro e Molinaro. Tiago, Poulsen e Marchisio a centrocampo, Diego dietro le punte Amauri e Trezeguet.

1° Tempo:

Min. 7) Bari in vantaggio con un tifro di Meggiorini che si insacca alle spalle di Buffon dopo una deviazione sfortuna di Legrottaglie.

Min. 23) Dal possibile 2-0 si arriva all'1-1. Segna Trezeguet che riprende una respinta di Gillet dopo un bel destro da fuori di Diego.

Min. 43) Rigore per il Bari. Tagliavento fischia un fallo di Cannavaro su Barreto. Giallo per il difensore. Il brasiliano trasforma.

Min. 48) Il primo tempo finisce qui. Juventus sotto, immeritatamente, per 2-1. Decidono i gol di Meggiorini e Barreto (su rigore). Non basta il gol di Trezeguet.

2° Tempo:


Min 68) Rigore per la Juve, procurato proprio da Grosso. Fallo di Almiron che viene anche ammonito. Diego sbaglia mettendo sopra la traversa.

Min. 81) Beffa per i bianconeri. Arriva il 3-1 con Almiron che trova l'angolo con un tiro da fuori area.

Min. 96) Finisce la gara con la vittoria del Bari per 3-1 al termine di una gara in cui è successo di tutto.


La frase più calma che posso dire è: CHE PENAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!

Vi prego lasciatemelo dire.... VERGOGNA!!!!

Ma come cavolo si fà, non è possibile vedere certe cose... e lascia perdere il loro rigore che probabilmente non c'era, ma in allenamento li provano??? Io pensavo lo tirasse Trezeguet, ma vista la serata probabilmente l'avrebbe sbagliato? bòh...

Sono deluso deluso e deluso....


Bruno Spelorzi

Etiquetas: , , , ,

12.11.2009 

il problema dei problemi?




Buffon, 33 anni.
Cannavaro, 36 anni.
Legrottaglie, 33 anni.
Grosso, 33 anni.
Camoranesi, 33 anni.
Del Piero, 35 anni.
Trezeguet, 33 anni.

Esiste al mondo un'altra squadra che presenti 7 titolari su 11 sopra i 30 anni?

Solo due sotto i 24: Cáceres e Marchisio.

Sara' forse questo il problema dei problemi d'affrontare?

Ed infatti il AC Milan... noi abbiamo perso con Munich ed i milanisti hanno pareggiato con lo Zurigo.

Dida, 36 anni.
Zambrotta, 32 anni.
Nesta, 32 anni.
Ambrosini, 32 anni.
Inzaghi, 36 anni.

Etiquetas: ,

12.01.2006 

bravo Buffon





Para un rigore che non c'era! Grande! Immenso! Cuore bianconero!








La gemma preziosa Buffon!!! il nostro Talismano, che vale più di un topazio De Beers... >:)

11.20.2006 

Se fosse biondo, con gli occhi azzurri...

Da quando Vittorio Cesarino si è ammalato sia mio cellulare che il telefono di casa non smettono di suonare, come se un milione di piccoli cavi scoperti dovessero rendersi conto che qualcosa è successo. Chiaro, anch’ io sono una testa di cazzo, mi drogo, mi metto nei guai, bevo. Ah, scusate, dimenticavo di aggiungere che sono un creativo. (Si potrebbe anche aggiungere alla lista la mia intelligenza e la sincerità, come punti da tenere in considerazione…).

Dunque una società borghese, avida di facili risposte, carente di un analisi profonda, individuale e filosofica, ha cercato di trovare in me le risposte, come se le caratteristiche sopra citate avessero messo in moto una slot machine di Las Vegas: Bingo! Abbiamo fra noi il clone che non è in coma e può parlare!

La società venezuelana, si sa, conosce la piaga dell’ immigrazione italiana e spagnola, che ha in un angolo del tavolo le fettuccine fatte in casa, il calcio la domenica, le corride pomeridiane, il padre apprensivo e la madre che compra lo yogourt con i batteri vivi affinchè i bimbi vadano a scuola un poco più sani. C’ è un continuo bisogno di avere un ‘gran’ padre; una ‘gran’ madre che ci ripetano senza sosta cosa fare e cosa evitare. “Andare a letto tardi fa male”, “l’ alcol fa male” eccetera eccetara. Questa società, che passa tutto il tempo a publicizzare l’ idea di libertà, si prende poi cura di tagliarti le gambe ogni minuto; Vittorio Cesarino è quello che è nella sua globalità; se non avesse preso cocaina, non sarebbe mai stato Vittorio Cesarino; se non avesse preso anfetamine, non sarebbe mai stato Vittorio Cesarino; se non fosse andato al liceo, probabilmente non sarebbe stato Vittorio Cesarino. Sentiamo costantemente il bisogno di incasellare l’ altro in un ruolo per poi poterlo giudicare ed ‘educare’. Molte donne avranno sicuramente desiderato che fosse il genere perfetto, e molti omosessuali avranno sicuramente sognato che lui fosse il futuro partner, “peccato che….”.

Sono piuttosto stanco che si continui ad ignorare una persona nella sua totalità. Anch’ io soffro un po’ con questo “Bruno, che bello sei, peccato che…”. Vittorio Cesarino è maggiorenne e sa perfettamente quello che sa fare bene, e quello che fa male; ma sopratutto è Vittorio Cesarino, con il suo carattere impulsivo, sanguigno, coraggioso e creativo; per questo gli fa onore che la sua vita abbia seguito la traettoria che ha seguito.


Insistere nel cambiare la gente dimostra l’ insoddisfazione e l’ immaturità propria di coloro che insistono nel farlo perchè non sono in grado di convivere o di tollerare i diversi, quelli che hanno abitudini, vizi e modi di fare distinti dai propri. In quel caso non lo si lascia in pace; se dovesse scivolare in un coma, che lo si lasci tranquillo; se dovesse risuscitare, che lo si lasci tornare a vivere in santa pace; se dovesse morire, che lo si lasci morire sereno.


Una volta, dovevo avere 15 anni, la madre di una mia amica fece un commento che mi rimase impresso dentro per tutta la vita. Dopo averle presentato il suo ragazzo (che era simpatico, intelligente, innamorato), la mia amica chiuse dietro di sé la porta e le chiese: “Come ti sembra?” “E’ quasi perfetto”, le rispose la madre. “Peccato che non sia biondo, con gli occhi azzurri…”


Vittorio Cesarino è Vittorio Cesarino e non un indentikit dove ognuno possa togliere e aggiungere a piacere. Vediamo di ripeterlo una volta per tutte a voce alta, includendo tutti i suoi difetti e le sue virtu: Vittorio Cesarino è Vittorio Cesarino, Vittorio Cesarino è Vittorio Cesarino, Vittorio Cesarino è Vittorio Cesarino.


Brutto spettacolo, ¿no?

Bruno

10.28.2006 

200 volte un CAMPIONE: Del Piero

Che gioia ci ha regalato oggi!! Il 200simo e con la sua entrata un po' più di movimento in campo, e poi che bello vedere i tifosi allo stadio acclamarlo ogni secondo ^^

Però non mi faccio illusioni, tra qualche giorno i "soliti noti" cominceranno a gracchiare per il gol numero duecentouno che non arriva... che quand'è che arriva... che causa problemi alla squadra... che costringe in panchina questo e quello. Una lagna lattiginosa che ascoltiamo da quando tornò in campo dopo la grave lesione sofferta ad Udine...

Credo che Del Piero sia fatto d'acciaio temprato centinaia di volte: le critiche che gli svolazzano intorno da anni l'hanno irrobustito più delle legnate che riceve - tante - in ogni partita che disputa...

Lunga vita al capitano !!!

Bruno

(che anche stanotte va a festeggiare il suo compleanno...)

10.19.2006 

Awakenings

Despertar un día
en que el sol sea tan suave,
que el rocío se convierta
en un río salvaje.

Y tu cuerpo se bañe
en el cielo gris
cubierto
de su tela negra
y mi alma grite: ¡yo nací para vivir!

Entonces el sol se apagará
y tu alma... ocupará su lugar.

Estar junto a ti
es lo único que quiero,
para mostrarte claramente
todo mi deseo.

Me parece haber despertado
de un largo sueño... y aún estás a mi lado.

Despertar y descubrir
que la vida es una eterna primavera,
que la noche es un velo negro
y que el amor es la última frontera.

Despertar y sentir
que la soledad se ausenta por completo,
que el cielo es un lienzo gris
y que el deseo es un reloj sin tiempo...





by Bruno Spelorzi

10.09.2006 

Nice Trip To Me...

<-- Aquí estoy... corriendo con las llaves en mano, literalmente hablando, como un moderno Schumi que corre al morro de su monoplaza. La verdad es que este proyecto de transferencia tecnológica, en el que estoy inmerso en este momento, demanda mucho de mi. Y la empresa cervecera para la que trabajo también demanda mucho de mi. A veces me falta físico, mas no ideas. A veces me falta tiempo, mas no energía. Pero con todo, tanto trabajo de un tiempo para acá lo que está es erosionando mi fortaleza física.

Trabajo hasta la noche, trabajo bajo un inclemente sol, trabajo bajo la pertinaz lluvia, trabajo con temperaturas de 2º Celcius, trabajo con unos colegas alemanes con quienes me comunico en inglés... me comunico con los míos en italiano, casi no me da tiempo de escuchar el rock 'n roll que me ha acompañado desde que comencé a patear un balón de fútbol, he abandonado justo a la mitad la lectura de "La Misteriosa Llama de la Reina Loana", no he visto muchos juegos ni de mi Juve ni de la beneamata squadra azzurra.

En fin, siento que últimamente he dejado de vivir. Trabajo + Trabajo = Demasiado Trabajo. Trabajo - (-) Vida Social = Soledad. También he viajado mucho, realizado cursos. Viajes + Cursos = Crecimiento Personal & Profesional. Pero las fórmulas siguen diciéndome que he estado dejando de vivir de un tiempo a éste. Logicamente que el trabajo me gusta, me gusta mi trabajo. No es cualquier trabajo. Es un trabajo muy técnico, el mundo de los electrones me fascina, la ingeniería eléctrica es mi alter ego. Claro, no todo el año tengo que dedicarle tanto tiempo a mis labores contractuales; sólo cuando en la empresa desarrollamos mejoras y / o proyectos de enorme magnitud, como lo es el presente. Por lo cual estoy desesperado porque terminemos justo antes de la Feria de La Chinita, o en el peor de los casos antes de la Natividad del Señor.

Y luego, luego mis vacaciones, preciadas vacaciones, justo para el 1ero de Enero, a la beneamata Italia. La región del Abruzzo, en primer lugar, sabrá de un italo-venezolano bien especial como yo, luego la Emilia Romagna, Piemonte, Val D'Aosta, visitar canchas de fútbol donde se presente la Juve, putearle la madre al propio Berlusca en el "Giuseppe Meazza", orinar en la propia acera del Pirellone en la industrial ciudad de Milano, jejeje...

Mejor lo dejo hasta aquí, mejor no sigo, ya hice suficiente catarsis... xD

Ciao,

Bruno

Conoceme:

  • Bruno Spelorzi
  • Pescara, Italia, Maracaibo, Venezuela
  • Sí, yo quise ser perfecto... por eso soy bianconero desde que nací.
Mi Perfil:
¡Recomienda esta página a tus amigos!
Gracias a miarroba.com

El Tiempo en Maracaibo:

    El Tiempo Maracaibo-La Chinita

Calendario Lunar:

Mi Chat Privado:

Usuarios Visitantes:

Eres Mi Visitante Numero:

Estadisticas de Visitantes: Status Xmitter: Top 250 Rank.: BloGalaxia






Amnesty International



Estoy con el Software Libre

ANIMAL DEL DIA
--> DEJAME UN RECUERDO AQUI:
Gracias a Blogger
y a Blogger Templates


My blog is worth $31.284,33.
How much is your blog worth?